Post in evidenza

CORPO MILITARE VOLONTARIO CRI

Il Corpo Militare ausiliario delle Forze Armate, è composto da un contingente di personale in congedo, arruolato su base volontaria e altamente specializzato: medici, psicologi, chimici-farmacisti, commissari, contabili, infermieri e soccorritori. 

Nei propri ruoli in congedo, il Corpo conta circa 17mila iscritti, richiamati periodicamente a fini addestrativi. Il Corpo Militare in situazioni di emergenza nazionale ed internazionale gestisce ospedali da campo, presidi medici avanzati, nuclei sanitari e logistici mobili e nuclei di decontaminazione NBCR. 

Attualmente è organizzato territorialmente in un Ispettorato Nazionale, in Centri di Mobilitazione, in Nuclei Addestramento e Attività Promozionale a livello locale, in basi operative e centri polifunzionali.

LA STORIA

La storia della Croce Rossa affonda le proprie radici nella storia d’Italia e d’Europa. In quelle pagine, lo spirito di sacrificio e il senso profondo della solidarietà umana, si intrecciano. Leggi di più

L’ORGANIZZAZIONE

L’insieme delle attività svolte dal Corpo militare sono raggruppate nelle principali categorie:

  • Attività Ordinaria;
  • Attività di supporto;
  • Impieghi operativi;
  • Attività addestrative;
  • Attività ordinarie;

Attualmente al vertice del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana si pone il Magg. Gen. me. Gabriele LUPINI, che presta servizio nel corpo dal 1977, rivestendo incarichi di prestigio in qualità di Ufficiale medico, e dal 26 Febbraio 2010 viene nominato Ispettore Nazionale, mentre il comando del Centro di Mobilitazione Meridionale, la cui articolazione si estende sulle 5 Regioni del Sud Italia (Puglia, Basilicata, Calabria, Campania, Molise) è affidato al Mar. Magg. CRI Domenico SAVINO.

Post in evidenza

Il Comandante del Centro di Mobilitazione Meridionale

Il Comandante (sv) del Centro di Mobilitazione Meridionale, è il Maresciallo Maggiore Domenico Savino, iscritto nei ruoli del Corpo Militare CRI dal 1984. Al suo attivo la partecipazione a quasi tutte le attività di soccorso alle emergenze in territorio nazionale e all’estero.

CERIMONIA DEL GIURAMENTO SOLENNE DEI NEO-ARRUOLATI NEL CORPO MILITARE DELLACROCE ROSSA ITALIANA DEL CENTRO DI MOBILITAZIONE MERIDIONALE.

Il Quartier Generale del Comando Scuole A.M./3^ R.A. Bari Palese ha ospitato Sabato 2 ottobre 2021, la cerimonia del Giuramento Solenne del personale del Centro di Mobilitazione Meridionale del Corpo Militare Volontario della CRI, che come previsto dal D.lgs 66/2010 è avvenuto a conclusione di un periodo addestrativo – formativo, alla presenza della Bandiera Nazionale del Corpo e del vertice Nazionale del CMV Magg. Gen. Gabriele Lupini.
L’evento, svolto nel pieno rispetto delle norme di contenimento dell’emergenza Covid-19, ha visto protagonisti 42 militari, divisi tra Ufficiali, sottufficiali, graduati e truppa che hanno recitato la formula del “Lo Giuro!” quale atto solenne di fedeltà alla Repubblica Italiana.

Presente anche la Banda Musicale del Centro di Mobilitazione Meridionale, diretta da Maestro S.Ten. Giuseppe Parente e composta da 15 elementi che ha scandito tutte le fasi ed ha intrattenuto gli ospiti con alcuni brani di musica celebrativa, inni e marce e musica tradizionale militare.

Al termine della Cerimonia, alla quale hanno partecipato le massime autorità militari e civili, si è svolta una esercitazione durante la quale il personale del Corpo Militare Volontario con la partecipazione delle Infermiere Volontarie inserite nel Nucleo Sanitario composto da medici, infermieri e logisti CRI hanno simulato due diverse tipologie di intervento con l’allestimento di un Posto Medico Avanzato e l’impiego di strutture di bio-contenimento in dotazione al Corpo Militare della Croce Rossa Italiana.

IL CMM IMPEGNATO NEL G20 DELL’ECONOMIA

A #Matera, in occasione del #G20 dei Ministri degli Affari Esteri e dello Sviluppo, su richiesta delle autorità preposte, il #CentrodiMobilitazioneMeridionale del Corpo Militare Volontario CRI ha partecipato attivamente impiegando i propri mezzi e il personale medico, infermieristico e logistico.

La prima attività è consistita nell’allestimento di un Posto Medico Avanzato, in una zona limitrofa alla sede dell’evento. 18 i militari CRI attivi, tra medici, infermieri, soccorritori e logisti, che hanno avuto il supporto di Infermiere Volontarie e Volontari della Croce Rossa Italiana – Comitato Regionale della Basilicata.Nella tarda serata di ieri, il PMA ha ricevuto la visita del Ministro della Salute, On. Roberto Speranza, che si è congratulato e ha ringraziato i nostri militari in servizio.

Nella mostra realizzata dal Museo delle Arti Sanitarie di Napoli, la storia delle pandemie, dall’antichità ai nostri giorni. La mostra, ricchissima di materiali d’epoca e di cartelloni esplicativi, è stata organizzata in sezioni che ripercorrono, storicamente e scientificamente, le epidemie che hanno avuto grande impatto nella storia dell’umanità e ciò che è stato messo in pratica nel tentativo di arginarle.Un posto di primo piano è occupato dalle sale che espongono materiali, attrezzature e uniformi del Corpo Militare CRI, che testimoniano come dal XIX secolo, attraverso il contrasto alla malaria, tubercolosi, spagnola e colera, fino alla battaglia contro il #COVID19, il Corpo abbia sempre portato un importante contributo alle autorità sanitarie dello Stato.La mostra è stata inaugurata dal prof. Gennaro Rispoli, curatore, alla presenza dell’Ispettore Nazionale del Corpo Militare Volontario della CRI, Magg. Gen. Gabriele Lupini, e di numerose autorità civili e militari cittadine.

Nella centralissima piazza Vittorio Veneto, un plotone del Corpo Militare Volontario CRI ha reso gli Onori al monumento cittadino ai Caduti, ricordando anche i soccorritori deceduti per il COVID-19. Presenti, folte rappresentanze di militari CRI, Infermiere Volontarie e componente civile CRI provenienti da Basilicata e Puglia, oltre numerosissimi cittadini e turisti, che gremivano la piazza.Hanno deposto la corona d’alloro il Prefetto della città, dott. Rinaldo Argentieri, l’Ispettore Nazionale, Magg. Gen. CRI Gabriele Lupini e, in rappresentanza del Sindaco, l’Assessore dott. Giuseppe Diglio.Successivamente, la banda del Centro di Mobilitazione Meridionale CRI, diretta dal Maestro Ten. Antonio Tinelli, ha eseguito un applauditissimo concerto di brani tratti dal repertorio classico e moderno.

Bari, festa della Repubblica: la cerimonia al Sacrario dei Caduti d’Oltremare

Bari 2 Giugno 2021 – Si è svolta alla presenza del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Roberto Garofoli, il 2 Giugno 2021 a Bari, la cerimonia del 75esimo anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana.

Al Sacrario dei Caduti d’Oltremare il sottosegretario, accompagnato dal prefetto di Bari, Antonella Bellomo e dal generale di squadra aerea Aurelio Colagrande, comandante del presidio militare di Bari, ha reso gli onori ai caduti, con la deposizione della corona d’alloro e la filma dell’Albo d’onore in memoria dei 75mila militari italiani caduti in terra straniera durante la prima e la seconda guerra mondiale.

Alla Celebrazione in forma ristretta hanno preso parte il presidente del Comitato Territoriale CRI – Bari, l’Ispettrice Regionale delle II.VV. – CRI Puglia ed il Comandante del CdMM, inoltre il Corpo Militare Volontario ha assicurato l’assistenza sanitaria alle autorità partecipante con un’ambulanza ed un team sanitario che ha provveduto in collaborazione con il cerimoniale anche alla misurazione della temperatura dei partecipanti per l’accesso in sicurezza al Sacrario.

L’Ispettrice Nazionale del Corpo delle Infermiere Volontarie in visita presso il Centro di Mobilitazione Meridionale

Evento importante per le Infermiere Volontarie  della Croce Rossa Italiana – Comitato Regionale Puglia: la visita istituzionale dell’Ispettrice Nazionale, Sorella Emilia Bruna Scarcella al Centro Mobilitazione Meridionale del Corpo Militare Volontario CRI di Modugno. Ad accoglierla l’Ispettrice Regionale Sorella Florinda Colucci e il Comandante del Corpo Militare CRI Puglia Domenico Savino.


“Proseguiamo con passione e dedizione il cammino nel solco che le nostre Sorelle hanno lasciato nel corso della storia”.
Con queste parole l’Ispettrice Nazionale, nel momento ancora così critico per l’emergenza pandemica, ha voluto manifestare un sentito e vivo apprezzamento per l’instancabile impegno delle Crocerossine e, inoltre, ha colto l’occasione per dialogare ed ascoltare le esperienze delle Sorelle pugliesi, costanti e partecipi durante tutte le fasi dell’attuale emergenza.


Seminario sulle tecniche di Primo Soccorso per la giornata mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

In occasione della giornata mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, sabato 8 Maggio il Centro di Mobilitazione Meridionale del Corpo Militare, ha organizzato un seminario informativo on line aperto a tutto il personale volontario del Corpo militare e alle loro famiglie.

Bari – A ricordo del giorno della nascita di Henry Dunant, fondatore e precursore degli ideali di Croce Rossa / Mezzaluna Rossa, il Comando del Centro di Mobilitazione Meridionale che coordina le cinque Regioni del Sud Italia, impegnato in prima linea nella gestione delle emergenze nazionali e internazionali, compresa l’attuale emergenza Covid 19, ha pensato che il modo più giusto per testimoniare il proprio operato sia quello di diffondere la cultura del soccorso attraverso un seminario informativo aperto anche a tutte le famiglie degli appartenenti al Corpo, tenuto da operatori del soccorso qualificati.

Il seminario si svolgerà il giorno 08 maggio 2021 dalle ore 14:15 alle ore 16:30 tramite piattaforma google meet accessibile dal seguente link: https://meet.google.com/dxd-govd-sdr

Dopo i saluti di rito dell’Ispettore Nazionale del Corpo Militare, magg. Gen. Medico Gabriele Lupini, del Presidente Regionale CRI Puglia, dott.ssa Ilaria Decimo e del comandante del Centro di Mobilitazione Meridionale, Domenico Savino, saranno affrontati i tre temi importanti: le tecniche di primo soccorso – BLS (Basic Life Support) – sostegno di base alle funzioni vitali, a cura del Tenente medico Vincenzo Mastrorilli, le procedure di attivazione della catena di soccorso, a cura del Capitano Vito Attolico e la disostruzione delle vie aeree in età pediatrica, a cura del Capitano Eugenio Padalino.

La segreteria organizzativa, formata dal Magg. Carlo Bosna, Magg. Attilio Menduni De Rossi e dal Milite Giuseppe Resta, si occuperà di moderare gli interventi e gestire i collegamenti alla piattaforma.

Il Corpo Militare Volontario CRI, ausiliario delle Forze Armate, è composto da un contingente di personale in congedo, arruolato su base volontaria e altamente specializzato: medici, psicologi, chimici-farmacisti, commissari, contabili, infermieri e soccorritori.  Nei propri ruoli in congedo, il Corpo conta circa 17mila iscritti, richiamati periodicamente a fini addestrativi. Il Corpo Militare in situazioni di emergenza nazionale ed internazionale gestisce ospedali da campo, presidi medici avanzati, nuclei sanitari e logistici mobili e nuclei di decontaminazione NBCR.  Attualmente è organizzato territorialmente in un Ispettorato Nazionale, in Centri di Mobilitazione, in Nuclei Addestramento e Attività Promozionale a livello locale, in basi operative e centri polifunzionali. Info: www.centromobilitazionemeridionale.org

Il N.A.A.Pro. di Benevento impegnato nell’attività di screening sul territorio

Sabato 24 Aprile 2021

BENEVENTO – “Nuovi screening in città a giugno e a settembre per la riapertura delle scuole e il cambio di stagione”. Ad annunciarlo è il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, intervenuto questa mattina al Palatedeschi per l’ultima giornata della campagna di prevenzione anti-covid organizzata dal Comune a favore dei cittadini.

Circa 4mila i cittadini, alcuni anche provenienti dalla provincia, che dallo scorso 12 aprile si sono sottoposti al test antigenico, che ha permesso di rilevare anche diverse positività confermate poi dal tampone molecolare. Proprio sull’iniziativa il primo cittadino ha voluto tracciare un bilancio.

Fonte: ntr24.tv

Il Priore della Chiesa Russa Ortodossa di Bari in visita presso il Centro di Mobilitazione Meridionale

Giovedì  22 aprile 2021

MODUGNO (BA) – L’Arciprete Viacheslav Bachin ,  Priore della Chiesa Russa Ortodossa di San Nicola di  Bari  ha visitato oggi il Centro di Mobilitazione Meridionale del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana .

Il Priore è stato accolto con entusiasmo da una delegazione di Volontari del corpo Militare CRI, dal Comandante e dal responsabile N.A.A.Pro. di Bari che hanno illustrato le attività in particolar modo evidenziando il supporto all’emergenza in atto “Covid-19” ed i relativi mezzi in dotazione, oltre alla gloriosa storia del Corpo Militare con l’illustrazione di alcuni cimeli storici, ad alcuni manoscritti risalenti alla 1^ Guerra Mondiale custoditi gelosamente all’interno dell’archivio con del Centro di Mobilitazione Meridionale.

La Chiesa Russa sin dall’inizio della pandemia si è impegnata a sostenere l’operato dei volontari del CMV di questo Comando con la donazione nei primi mesi d’inizio pandemia con caschi protettivi , guanti, mascherine e un generatore d’ozono integrata da una seconda donazione avvenuta negli scorsi giorni composta da un secondo generatore d’ozono e da un proiettore con relativo schermo per la formazione continua dei Volontari del Corpo Militare CRI.

Il legame tra la Chiesa Russa e la nostra Associazione di Croce Rossa, risale al periodo della Grande Guerra quando l’Italia entrò in guerra al fianco della Russia zarista e delle altre potenze dell’Intesa, di fatti la chiesa russa situata in Bari, iniziarono i suoi lavori di costruzione il 9 maggio 1913 per volontà dello zar Nicola II dall’architetto Alexej Victoriovich Schusev, con lo scopo di ospitare i pellegrini russi che si recavano a Bari per venerare San Nicola.

Ma durante la 1^ Guerra Mondiale la chiesa fu destinata e concessa in seguito alla mobilitazione dell’Italia durante il conflitto, alla Croce Rossa Italiana per ospitare un centro per soldati feriti e un ricovero per i profughi – nel rispetto dei 7 principi CRI e dell’idea di henry Dunant “tutti fratelli”

A suggello di questo legame, che a distanza di più di un secolo e nel rinnovato spirito di collaborazione e di pace tra i nostri popoli la visita si è conclusa con la donazione di un’icona di San Nicola da parte del Priore “Viacheslav Bachin”  e con la consegna, da parte del Comandante del Centro di Mobilitazione Meridionale “SAVINO Domenico” del calendario del CMV e del nostro stemma araldico inciso a mano in pietra come simbolo della nostra gratitudine.